testo

  “Il Banyan è l'albero più grande al mondo e ha il primato tra gli alberi sacri godendo della devozione e dell’amore di molti orientali”.

La caratteristica più appariscente della specie è la produzione costante e massiccia di radici aeree, che si originano dai rami.
Queste crescono lentamente verso il basso, finché giungono al suolo e vi penetrano, diventando, per aspetto e funzione, un vero e proprio fusto.
Il significato del nuovo tronco non è tanto quello di formare un albero indipendente, quanto di fungere da sostegno alla crescita e all’espansione in orizzontale della branca che lo ha generato.
E' questo il modo in cui il Banyan si allarga continuamente verso l’esterno, raggiungendo dimensioni incredibili.